GIRO GIRO TONDO

Dovrei ribloggare l’80% dei testi di Massimo Botturi ma oggi è un giorno tragicamente speciale.

massimobotturi

E viene giù con pelle di fico, un polverone
rumore di pagaie inabissate.
L’altoforno
e tutto che rimane di questi alberghi a ore
di questi inurbamenti caotici ed odiati.
E viene giù con piena di sasso
come un tempo, le gambe dei migranti sui treni
niente in tasca, se non l’immaginetta di Padre Pio
e una cicca, arrotolata trinciato forte.
Giù, con forza
la forza del progresso e del tempo, in questa valle
che ha monti di macerie per lato, e tradimenti
nell’acqua le garitte dell’ultima battaglia:
di qua bandiere rosse per miseri danari
di là la polizia a dare botte. Giù, per sempre
come la testa del padre mio quando c’ha sonno
e non capisce il mondo dov’è che va a finire;
coi suoi leopardi in mezzo alla strada
e solo vecchi
la voglia ormai passata di protestare, e il mare
che sembra una tinozza di pesci rossi e…

View original post 49 altre parole

Annunci

3 pensieri su “GIRO GIRO TONDO

TUTTI I COMMENTI VENGONO LETTI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...