Fra noi e il mare

Una poesia, signori. Un orizzonte che si apre per tutti e per ognuno di noi. Un regalo e un sogno: ritornare luce.

Solchi

10941368_10205458393412830_477761878963651257_n.jpgfabianatra le liriche vincitrici

È quando l’attesa si fa lunga
Che mi connetto al silenzio
Come rimboccarsi negli occhi la luna
In verità ingoio di tutti gli orizzonti
Il fragore del mare
E della vita solo la sua luce
Nella trasfigurazione le parole
Abitano il mondo
In una lingua che il mondo non conosce
Eppure è la voce stessa la risposta
Attraversata dalla follia lungo il cammino
Pietrificarsi è l’ultima barriera
Fra noi e il mare
A dieci passi di distanza quando avanza
Un cerchio che non conosce aurora
Ognuno scopre le forme del vuoto
Mentre l’oggi si sfalda tra le vene
In cerca dell’alba
per coprire la sua carne nuda
In balìa dei venti
Ma forse è il tempo che separa
A confonderci tutti
In cui ogni cosa a partire della notte
Si ostina a ritornare luce.

© Maria Allo

View original post

Annunci

TUTTI I COMMENTI VENGONO LETTI

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...